Mistero!

Pubblicato il 30 Aprile 2006 da @@@Magda@@@.
Categorie: Senza categoria.

E’ da considerarsi normale una persona che a quest’ora del mattino, pur essendo stanca morta dopo una giornata bella, intensa ma faticosa, se ne va in giro per casa, mangiando una pizzetta al taglio stantia che si è trascinata in borsa sin dalle 19 della sera indosssando gli occhiali da sole burdissimi frutto dello shopping sfrenato della serata?
Sarà l’effetto del caffè del cappuccino ad essere stato dopante e a determinare l’attacco che l’ha resa logorroica?

Miss cerca casa.

Pubblicato il 28 Aprile 2006 da @@@Magda@@@.
Categorie: Senza categoria.


Nonostante tutti i casini (o forse proprio per quelli), la precarietà del mio lavoro, le difficoltà varie che mi trovo ad attraversare ho preso una decisione importante.

Cerco casa.

Prima di tutto per avvicinarmi al posto di lavoro,
poi per allontanarmi dai miei genitori,
per allontanarmi dai miei parenti,
per trovare la mia strada,
per godermi il mio pochissimo tempo libero,
per rimettere in ordine i miei pensieri,
per dare una sferzata a questa situazione di stallo,
perchè ne sento il bisogno!

Per questo ovviamente dovrò andare in affitto, e altrettanto ovviamente, vista la mia scarsa disponibilità economica, sono alla ricerca di un/una coinquilino/a.

Oggi ho fatto il primo passo, mettendo un annuncio su una testata a grande tiratura…

Si prevedono strani incontri… nel frattempo do uno sguardo agli annunci di affitto… minkia che prezzi…

Finirò in mutande ma a dire il vero non mi importa…

… ho una voglia viscerale di libertà, di indipendenza e di aria nuova!

Miss

Comunicato stampa per Minkios

Pubblicato il 27 Aprile 2006 da @@@Magda@@@.
Categorie: Senza categoria.

Siccome non mi piace inseguire le persone…

… e siccome non mi piace essere trattata male, non mi piace sentirmi messa da parte solo perchè sono fuori mano, non mi piace chi rinnega l’amicizia per comodità e chi si nasconde dietro le proprie situazioni incasinate per avere delle lacune nei confronti degli altri…

… siccome non mi piace chi si piange addosso e non fa nulla per cambiare le situazioni che non vanno, e nemmeno accetta l’aiuto, il consiglio, la consulenza…

… chi ti risponde di merda al telefono e dice un secco “NO” al favore che gli hai chiesto, senza dare motivazioni plausibili salvo poi urlartele nell’orecchio quando fai per l’ennesima volta la domanda “perchè?”…

… siccome mi fa schifo tutto questo atteggiamento, mascherato da amicizia e siccome odio chi si lamenta degli altri e probabilmente con gli altri si lamenta di me…

… a questo punto, caro Minkios, prendo un bel paio di forbici e ZAC!

Via il dente e via il dolore.

Buon divertimento… sono sicura che troverai altre persone che ti sopporteranno quando vorrai cagare fuori!

Con sincero rammarico

Miss

Mi hanno chiesto di descrivermi… ho fatto copia e incolla:D

Pubblicato il 26 Aprile 2006 da @@@Magda@@@.
Categorie: Senza categoria.

Si perchè tanto non c’è niente di più azzeccato delle caratteristiche generiche del mios egno zodiacale…
Penserete sia una fesseria, ma leggete qui… chi mi conosce potrà confermare:D

Le caratteristiche dell’ACQUARIO.
I nati nel segno dell’ Aquario sono interessanti. Hanno maniere naturalmente affascinanti, e benché piuttosto riservati e timidi in certi casi possono essere estroversi e creare una buona impressione sulle persone che conoscono. Sono onesti e sì conquistano amici leali. L’altruismo e la grande umanità sono una delle loro caratteristiche principali ma possono essere molto caparbi e ostinati. Possiedono una buona dose di spirito d’avventura. Emotivamente, sono sensibili e permalosi e le loro reazioni possono variare: dalla semplice manifestazione dei loro sentimenti offesi, sino alla collera vera e propria. In quest’ultimo stato d’animo, si mostrano generalmente franchi sino ad essere offensivi. Per fortuna, la loro collera svanisce rapidamente e non sono inclini a serbare rancore a lungo. I nati nell’Aquario detestano la meschinità negli altri.

Dovrebbero esaminare se stessi e applicare gli stessi principi critici. Hanno molto coraggio e spesso sono audaci sino alla te- merarietà. Sono ambiziosi, straordinariamente insistenti in tutto ciò che li interessa, sognatori, e hanno la capacità di trasformare molti dei loro sogni in realtà. Pochi lo comprendono, ma se altri se ne rendessero conto e li lasciassero soli quando sono di malumore, vedrebbero questi individui ritornare in condizioni normali di spirito assai rapidamente. Se però qualcuno discute con uno di essi nel momento sbagliato, la discussione corre il rischio di protrarsi a lungo. Quando sono tranquilli sono fra le persone più premurose e simpatiche del mondo. Coloro che mostrano le migliori qualità del segno hanno la testa sempre attiva e sono sempre occupati in una cosa o in un’altra, anche se si tratta soltanto di castelli in aria. Hanno facoltà di osservazione acute; colgono i minimi dettagli, senza che, apparentemente, prestino molta attenzione all’argomento in causa. Anche le facoltà di analisi, di sintesi e di classificazione sono rapide. Possono agire prima ancora che altri abbiano avuto tempo per riflettere. Hanno una memoria eccezionale. Le facoltà della memoria dipendono dall’attenzione dedicata nella fase acquisitiva della cultura o dell’informazione.

Possono imparare molte cose con facilità e tendono ad essere soddisfatti di sapere senza poi mettere in pratica ciò che hanno appreso. Dimenticano magari il nome di una persona alla quale sono stati presentati, ma ricorderanno a lungo certi particolari che ad essa si riferiscono. Tendono a classificare ogni nuova cognizione che viene loro dall’esterno. I nati in questo segno dovrebbero imparare l’arte di giudicare il valore delle loro ispirazioni, perché sono dotati di un notevole intuito che li rende straordinariamente acuti nel giudicare i moventi altrui. Le indicazioni per i nati in questo segno rivelano salute generalmente buona se riusciranno a non farsi vincere dall’umore nero diventando apatici. Hanno robusta costituzione ma devono guardarsi dalle sregolatezze nella dieta ed evitare eccessi di ogni genere e imparare a riconoscere quali cibi sono per loro i più indicati. Questo segno protegge le caviglie e i polpacci ed ha anche molta influenza sui sistemi ghiandolare e circolatorio. Le persone nate in questo segno non devono dimenticare gli esercizi fisici adatti per tenere in allenamento il fisico. Apprezzano l’arte, la musica e le bellezze della natura, i viaggi e, senza dubbio, viaggeranno molto nel corso della loro vita perché offrono uno sfogo alla loro natura avventurosa e intraprendente.

L’amore ha una parte importante nella vita dei nati nel segno dell’Aquario; la loro sensibilità nell’amore e nelle questioni romantiche è proverbiale; il modo di comportarsi, quando amano, è idealistico, devoto, comprensivo, profondamente affezionato. Sono molto sensibili per quanto riguarda l’oggetto del loro amore e sono gelosi. Sono così sensibili per quanto riguarda l’amore che avvertono anche la più leggera disattenzione da parte del partner, anche se è assolutamente involontaria. E’ la loro profonda sensibilità che causa loro molte delusioni. Bisogna riconoscere che i loro affetti sono sinceri e profondi, ma è anche vero che in queste faccende reagiscono contro se stessi, perché soffocano il loro impulso. Per loro, l’amore è uno stimolo e offre una ricca sorgente d’ispirazione. La mentalità e la personalità particolari di cui sono dotati li rendono adatti ad andar d’accordo con ogni genere di persone da essi prescelto, la loro natura sensibile, affettuosa, ardente ha bisogno di manifestarsi e loro desiderano l’amore, l’affetto e la tenerezza. Per quanto cerchino di nascondere i propri sentimenti, il desiderio è sempre lì. Richiedono la devozione quanto la compagnia di un intelletto attivo che, preferibilmente, sia dotato di pazienza e comprensione. Amano molto i bambini. Sono genitori devoti e desiderano offrire molti vantaggi ai figli. Sono versatili e adattabili.

Spesso si interessano a nuovi progetti, perché amano ciò che è fuori dal normale; sono efficienti in tutto quello che fanno e trovano interesse in una quantità di occupazioni; sono buoni venditori, piloti, elettricisti, organizzatori e inventori. Amano ogni attività insolita, come le esplorazioni, le ricerche, il lavoro sperimentale, e generalmente si interessano molto alle scienze occulte. Quando devono fare una scelta professionale o seguire una vocazione, hanno difficoltà a decidere cosa debbono fare e ciò accade perché hanno troppe idee. In società con altri, possono avere maggiore fortuna, perché hanno sviluppato il senso della collaborazione e sono intraprendenti; il successo é ancora maggiore se c’è qualcuno che li incoraggia. Benché siano in grado di mettersi in affari da soli, devono imparare ad essere pazienti e a farsi animo nei momenti di difficoltà. Essi attireranno molte persone, perché sono leali nelle loro amicizie e faranno tutto il possibile per aiutare quelli che amano. Conducono una vita sociale attiva e interessante. Infine: questo segno rappresenta il giudizio.

La costellazione forma l’Urna stellata di Minosse, dalla quale fluiscono l’ira e la condanna, o la benedizione e la ricompensa, secondo il lavoro compiuto in vita, senza considerazione della fede religiosa. Le primitive urne battesimali dei primi cristiani e gli elaborati fonti lustrali delle chiese di poi sono reliquie di questa grande religione astrale. Il segno dell’Aquario rappresenta le gambe dell’Uomo Zodiacale e, conseguentemente, rappresenta i mezzi di locomozione dell’organismo umano, è l’emblema naturale delle forze mobili e motrici del corpo. Il segno non solo contiene i riti e i misteri della consacrazione, ma rivelerà la potenza di tutte le opere consacrate. La gemma mistica è il granato. Il giorno fortunato è il mercoledì. I numeri fortunati sono l’otto e il quattro. I colori fortunati sono le sfumature del blu e del verde. I luoghi più propizi al successo sono quelli affollati e nelle grandi città. L’Aquario è il più basso segno del Trigono d’aria ed è la costellazione di Urano.

Lunedì? Spiaggia!

Pubblicato il 25 Aprile 2006 da @@@Magda@@@.
Categorie: Senza categoria.


Visto che avevo ricevuto in dono un bellimo lunedì di ponte dai miei capi, dopo essermi svegliata con comodo alle undici e mezza cercavo compagnia per andare al mare.
Ovviamente quando tu hai assolutamente voglia di fare qualcosa non si trova mai nessuno che ti vuole accompagnare quindi dopo un giro di sms e altrettanti rifiuti ricevuti ho deciso di inforcare l’asciugamano da mare ed andare per conto mio.
Il sole era bellissimo, purtroppo il vento era forte ma c’è una spiaggiola, spesso affollata che stà al riparo, e decido di andare li.
Quando arrivo non sono ancora convinta di volermi fermare… non amo andare al mare da sola, non amo fare molte cose da sola…
Arrivo e scruto la spiaggia dall’alto, non è poi così affollata e dopo aver deciso che avrei potuto piazzare l’asciugamano a debita distanza dalle altre persone sono scesa per le scalette e mi sono sistemata tra due banchi di alghe, in una striscia di sabbia bianca.
Mi sono spogliata e ho cercato di rilassarmi nonostante la sensazione di disagio che mi dava l’essere li da sola.
C’erano molte persone da sole… “se lo fanno loro perchè non lo posso fare io?”…
Intorno a me sulla destra una ragazza da sola che si crogiuolava al sole, alla sinistra un’altra ragazza sola un pò isterica che non faceva che spalmarsi con un’olio abbronzante dall’odore nauseabondissimo!

Pian piano riesco a rilassarmi, quando decido di accendermi una sigaretta e scopro che il pacchetto con dentro l’accendino è rimasto in macchina!!!
Grrrr… ho un pacchetto nuovo in borsa, ma nessuno stà fumando quindi non so a chi chiedere da accendere…

Dopo essermi messa l’anima in pace sento finalmente il rumore di un accendino e vedo una signora poco distante che stà facendo dei lunghi tiri dalla sua sigaretta.
In un attimo sono da lei, forse siamo le uniche due fumatrici di tutta la spiaggia ed ottengo d’accendere oltre che una certa solidarietà!

Torno al mio posto mentre il vento si fuma la MIA sigaretta e penso disperata che me ne dovrò andare presto, si è fatta ora di pranzo, non mi sono portata da mangiare anche se inizio a prenderci gusto e penso che magari prenderò anche un pò di colore.

Riesco anche a trovare un pò di segnale per mandare dei messaggi a Paccy che invogliata dal mio entusiasmo decide di prepararsi e raggiungermi!
Evvai, arriva l’accendino!!!

Mentre penso a questa bella notizia arriva un tipo, sulla sessantina, si piazza alle mie spalle con spiaggina ed asciugano… a circa 30 cm dal mio…

Voglio dire, di spazio ce n’è!
Tra l’altro dopo essersi seduto provvede a spalancarmi le gambe in faccia, tanto che sono costretta a girarmi a pancia in su per non fissare le sue palle!

Lo sento armeggiare con un giornale, penso che magari si è sistemato meglio e provo a girarmi, nel frattempo la mia vicina di destra è stata raggiunta da un suo amico veramente carino eh….. e anche pare ben dotato… si non è che io guardi i dettagli però lui era proprio… prorompente!!!

Vedo che nota la mia situazione di imbarazzo col vecchio e ridacchia sotto i baffi ogni volta che io sbuffo… perfido!
Forse con il suo armamentario sotto gli occhi mi sarei infastidita meno :D

Dopo che il vecchio sfrucuglia un altro po il giornale provo a girarmi e che ti vedo???

Ha disteso per bene il giornale sull’asciugamano e se ne stà li a 4 zampe su di lui a leggere… cioè non sdraiato ma… ALLA PECORINA!!!

Nel frattempo arriva un altro tizio vestito di tutto punto, sulla quarantina, occhiali da sole e prende a passeggiare sul bagnascia proprio in direzione del mio slip brasiliano e quello della mia vicina… poi si siede sulle alghe alla mia sinistra a fumarsi una bella sigaretta fissandomi il culo!

Sono scioccata, con tutti i bei culi che ci sono in spiaggia proprio il mio cellulitico deve venire a fissare?

Il vicino giovane mi guarda di sottecchi e ride sotto i baffi!
Alla fine decido di combattere il vecchiaccio alla pecornia lanciandogli addosso la sabbia del mio asciugamano e riesco a convncerlo a stendersi, anche se la situazione non migliora di molto… le sue gambe restano sempre divaricate… così deciso di immortalarlo con una foto.
Il ragazzo mi vede e scoppia a ridere, fingendo di ridere per altro… lo vedo con la coda dell’occhio che racconta alla sua amica quello che stò facendo..
Allora mentre riguardo la foto viene da ridere anche a me.

Fortunatamente dopo non molto il vecchiacchio prende tutte le sue cose e se ne va, seguito a ruota dal tizio che fissava il mio culo…
Un pò di respiro.
Anche l’amica del giovane se ne va e la spiaggia prende a svuotarsi…
E’ ora di pranzo e la gente va a mangiare, fortunatamente dopo un pò arriva Paccy, posso accendermi tutte le sigarette che voglio!!!

Andremo via alle cinque… quattro ore dopo il previsto e io sono un peperone!

Spero solo di non spellarmi!

A voi la foto del mio caro vicino di asciugamano, soprannominato per l’occasione Palla Kid!
:D

Hakuna Matata :D

Pubblicato il 24 Aprile 2006 da @@@Magda@@@.
Categorie: Senza categoria.


Ancora una volta mi accompagna “Tre volte dentro te” di Mina eseguita con gli Afterhours.
Parte piano, lentamente la musica mi avvolge…
Reminescenze di un pomeriggio finalmente caldo, la luce che filtra dalla porta finestra, e la luce della tv che illumina la trapunta.
Mentre la canzone ricomincia nella cuffia e sento il rumore del bastone della pioggia che va da destra a sinistra della mia mente ed iniziano ad affiorare i ricordi…
I profumi li sento ancora addosso tutti, ogni tanto li inalo forte e nella mente si creano immagini di flashback.
Mentre la voce di Mina mi urla che “non c’è torto o ragione” percepisco quella sua mano calda massaggiare la mia schiena.
Passa lungo la colonna facendomi inarcare per poi salire fino a lambire il collo, l’altra mano la segue, afferrando i miei muscoli e sciogliendoli come fossero di burro.
Mi sdraio accanto a lui, accoccolata sotto il suo braccio, le sue mani mi scorrono lungo la schiena e grattano piano come piccoli artigli innoqui.
La mia mano fa lo stesso sul suo petto, il fianco e la pancia.
Il mio volto è salito fino all’incavo del suo collo, lo annuso a lungo mentre mi lascio andare alla sensazione piacevole di quelle mani calde e forti e lascio che la mia vaghi fino anche a quel piccolo pezzetto di pancia che sbuca dalla maglietta che si è sollevata.
La pelle è profumata e i minuti scorrono lenti come le nostre mani che a momenti lambiscono le nuca dell’altro, il viso e le guance.
Le bocche vicine senza sfiorarsi.
Il tempo si dilata e le sensazioni si fanno più intense, una sua gamba finisce tra le mie, la mia superiore lo avvolge, il mio corpo si muove d’istinto senza che io faccia nessuno sforzo a pensare mentre il cervello è anestetizzato dal piacere del contatto e del calore.
I corpi prendono a muoversi l’uno verso l’altro, le braccia stringono, afferrano, carezzano ancora e le bocche sempre li, i nasi a respirare il respiro dell’altro fino a quando inarco la schiena e le labbra si sfiorano, una… due volte, il guizzo di una lingua mi carezza la bocca.
Allora anche la mia lingua fa capolino, assaggia la sua e le bocche si uniscono esplorandosi a vicenda.
La mia gamba lo avvolge più saldamente, il suo corpo caldo risponde al mio richiamo voltandosi completamente verso di me.
Le mani continuano a scorrere, si insinuano sotto le magliette quasi a volerle distruggere.
Gli stringo la nuca per assaporare meglio la sua bocca, gioco col le dita tra i suoi capelli mentre lui mi arriva addosso con tutto il suo peso.
Sento la sua eccitazione attraverso i nostri vestiti, lo volto sulla schiena e salgo su di lui.
La mia maglia è oramai sollevata così lo aiuto a toglierla, mi abbasso sul suo petto per baciare ancora la sua bocca e gustare la sua lingua e lo aiuto a levare la sua maglia.
Finalmente la sua pelle è a contatto con la mia, mi ci accarezzo sopra mentre le sue mani giocano coi miei seni, quando mi sollevo li afferra saldamente riempendosi le mani e dandomi i brividi.
Con un colpo di reni inverte le posizioni, io torno sulla schiena e la sua mano cerca il mio piacere sotto i jeans, Lo aiuto a slacciarli e volano via da qualche parte, nel frattempo anche le mie mani indagano all’interno dei suoi e dopo poco volano via anche quelli.
Lo trovo duro, impaziente e pronto e non so resistere all’idea di baciarlo per sentirlo sospirare.
Accosto le mie labbra al suo sesso e la lingua guizza sulla punta, per poi avvolgerlo e farlo scivolare nella mia bocca, lui sospirara piano e la cosa mi piace da morire.
Quando mi fermo lui mi bacia a lungo, mi fa stendere e lascio che la sua bocca assapori tutto ciò che trova sul suo cammino…
La lingua sfiora i capezzoli, la pancia per finire tra le mie cosce mentre le sue dita aprono bene le mie labbra umide e la sua lingua guizza nel centro pulsante del mio piacere.
Ho gli occhi chiusi e mi godo quei baci spinti quando entrambi d’istinto pensiamo alla stessa cosa e lui a cavalcioni su di me mi offre ciò che poco prima stavo assaggiando con gusto.
E’ sempre più duro e il piacere si mescola, tra il dare e ricevere fino a quando ci fermiamo.. non ancora… è troppo presto per concludere così!
Ci abbracciamo, avvinghiati l’uno all’altra e la sua mano scorre lungo il mio fianco, sulla natica per arrivare ad esplorare la mia fessura, le sue dita scivolano dentro mentre mi stringe forte e fatico a soffocare i miei sospiri, gioca per un pò col mio sesso facendomi impazzire, oramai la voglia di lui è forte e incalzante.
“Cosa c’è?” mi domanda sorridente… ma non si aspetta nessuna risposta…
Poi lo sento scivolare tra le mie cosce, il suo corpo caldo sovrasta il mio e la sua lingua saporita anche di me torna nella mia bocca, i baci mi tolgono il fiato e sento il suo sesso durissimo scivolare sul mio completamente arrendevole, morbido e bagnato…
Giochiamo per dei lunghi ed interminabili istanti…
“Ti voglio”, non ce la faccio più…
“Anche io”… ma giochiamo ancora… e ancora fino a quando non resistiamo più…
Lo sento sprofondare dentro di me in un colpo solo e le mie mani d’istinto tengono stretta la sua schiena afferrandolo saldamente.
Le sue braccia mi avvolgono e mi manca il respiro.
Dopo qualche istante prende a muoversi, le sue cosce sono divaricate a tenere le mie ben aperte, lo sento entrare ed uscire con il suo sesso mentre le sua lingua profonda nella mia bocca.
I sensi sono offuscati, il piacere si fa strada e il ritmo aumenta fino a smorzarsi, per lasciare spazio ai baci languidi, la sua saliva, mischiata alla mia, bagna le nostre bocche, i respiri affannati si mescolano e l’odore intenso del nostro piacere ci rende euforici.
La danza dentro di me riprende, lo avvolgo con le gambe, le mie mani sulle sue natiche a dare il ritmo, lo lascio fare perchè mi piace quello che fa e come lo stà facendo…
Sento le punte dei piedi contrarsi… è il paicere che aumenta, quasi al culmine e poi quiete ancora una volta: spinge in fondo, il suo ventre che preme sul mio, si ferma e mi bacia, sempre più insistentemente, la lingua che giuzza, quasi ci mangiamo.
Quei baci accrescono ancora il mio piacere, mi sento pulsare intorno al suo sesso che preme dentro, la mia lingua che danza nella sua bocca, gli sfiora le labbra per poi tuffarsi dentro ad esplorare.
I brividi scorrono sulla sua schiena, li sento mentre le mani lo stringono ancora più forte e quando mi stò lasciando andare la sua danza riprende, incalzante.
Lo sento entrare ed uscire da me con foga sempre maggiore e lo assecondo con piccoli movimenti del bacino fino a quando il mio corpo si muove all’unisono col suo alla ricerca del piacere che sento scorrere come una scossa elettrica, salire dai piedi e dalle mani fino a convergere dove lui preme forte e veloce.
Le dita si contraggono, cerco di non graffiare mentre premo il volto nell’incavo della sua spalla e mi sento venire con ogni fibra del mio corpo.
La danza rallenta, e lui mi ricopre di baci e carezze.
Lo stordimento mi lascia li, a godermi quella sensazione unica di piacere mentre ricambio con altrettanti baci e le carezze.
Guardo fuori… s’è fatto buio.
In cuffia Mina ha urlato l’ultima nota della sua canzone.

Sentenza della corte di cassazione per la causa Surj-Magda.

Pubblicato il 22 Aprile 2006 da @@@Magda@@@.
Categorie: Senza categoria.

In seguito alla deposizione dell’imputato Surj:

Minkia ! a questo punto si tratta di una questione di principio…….

nella stanza dove dormo non ho alcuna scrivania, ho una poltrona che
fa le veci della tua scrivania :-D
i maglioni li ho tolti da sopra la poltrona perchè iniziavano a
formarsi le ragnatele sopra; li ho messi nel cesto delle cose da
lavare, dove rimarranno fino al prossimo inverno. Ho invece scoperto
che nel cesto c’è un maglioncino adatto a questo periodo: era
evidentemente stoccato lì dallo scorso autunno, anche se potrebbe
essere lì anche dalla scorsa primavera. Al posto dei maglioni, sulla
poltrona giace un copriletto (piegato) e una coperta (non piegata).
Sotto la poltrona c’era uno zaino che giaceva lì da settembre.
All’interno erano contenuti due costumi da bagno.
Nella stanza diciamo degli ospiti c’è un muntone di roba pulita da
stirare: io prelevo ciò che mi serve e lo stiro giorno per giorno. Ho
provato a mettere camicie non stirate ma è meglio evitare …….
Altri due problemi:
- nel cesso (che però è pulito) giaciono due rotoli di carta igienica
finiti …… quindi esiste solo la parte in cartone. Devo decidermi a
buttarli.
- problema raccolta differenziata: nella mia zona si fa la raccolta
differenziata, quindi ho una busta per la carta, una per la plastica,
una per il vetro e l’alluminio, una per l’aliga generica. Ora l’aliga
generica la elimino regolarmente perchè altrimenti puzza, mentre ho
qualche problema con la carta e la plastica, che tendono a crescere a
dismisura ….. pensi sia il caso di pressare i più ???

la descrizione ti basta o vuoi venire a controllare di persona ????
ehehehe

Sergio
P.S.
la mattina io non faccio mai il letto prima di uscire …..

Tenuto conto che:

non è stato possibile verificare personalmente lo strato di polvere presente sulle mensole dell’imputato nei termini di tempo previsti per legge

Considerato che:

La corte e i giudici tutti non considerano di notevole incisività le attenuanti della poltrona coperta di maglioni e i due rotoli di carta igienica.
Inoltre la corte percepisce nella deposizione del teste una nota di rammarico circa il disordine che si ritiene celi il desiderio di essere più ordinato, e la totale assenza di “goduria” circa questa situazione.

Si delibera quanto segue:

Surj è un perfettino travestito da casinista!

Così è deciso l’udienza è chiusa!

La corte di Cassazione.

Magda
Riferimenti: L’appello

Vestitevi di cioccolato!

Pubblicato il 20 Aprile 2006 da @@@Magda@@@.
Categorie: Senza categoria.


Cosa c’è di più erotico del profumo di cioccolato?
E se poteste portarlo addosso?

Ora è possibile, un gruppo di giovani imprenditori sardi ha trovato il processo grazie al quale le t-shirt hanno odore di cioccolato e non lo perdono più nemmeno dopo ripetuti lavaggi!

La produzione è appena iniziata e potete essere tra i primi ad avere questa C-Shirt, ovvero la chocolate shirt!

Siete e non siete golosi???

Gli amici di Miss hanno la C-Shirt! E tu ce l’hai???
Riferimenti: Il sito della C-Shirt

A volte ritornano…. ma non ritrombano!

Pubblicato il 19 Aprile 2006 da @@@Magda@@@.
Categorie: Senza categoria.


A volte le giornate sembrano grigie, poi succede qualcosa che le illumina, e ti viene più facile affrontare i casini di tutti i giorni, come quello di aver ordinato la vernice per un cliente, ma averlo fatto chiedendo il colore sbagliato!
Qualcuno vuole dello spatolato lucido grigio topo?

Riporto paro paro la chat appena avvenuta col n. 3 di questo post qua…
Dai certe cose meritano un gran bel sorriso!
EHhhhhhhhhhh son soddisfazioni!

Testa di minkia: Ciao… come stai? un besito!
Magda: Stai scherzando vero?
Testa di minkia: perchè?
Magda: Dopo che ci siamo mandati al diavolo, tu… mi saluti???
Testa di minkia: e si…
Magda: Qquindi? Vuoi dirmi qualcosa?
Testa di minkia: Se non ti va vado via….
Magda: pensavo avessi qualcosa di importante da dire… evidentemente non è così!
Testa di minkia: beh la cosa che volevo dirti era che mi piacerebbe rivederti…
Magda: :| Eh????????????
Magda: Per cosa??????
Testa di minkia: Rivederci…

Magda: si ho capito cosa intendevi
Magda: E rivederci perchè?
Magda: Immagino sia solo per scopare visto che sono “solo un buco”, no???
Testa di minkia: dai ancora con quella storia?
Magda: siccome non so se colleghi il cervello quando parli o scrivi sms, io quello che dicevo lo penso, sai?
Magda: Pertanto ti ringrazio per essere strisciato fino a chiedermi di rivederci, mi hai dato un’enorme soddisfazione!!!
Magda: ciao ciao!!!
Testa di minkia: ok ciao…

Deliri nell’ora di lavoro, il Phoenix ed un’ora di sano cazzeggio…

Pubblicato il 14 Aprile 2006 da @@@Magda@@@.
Categorie: Senza categoria.

MissMagda – scrive:
eh dov’eri?
MissMagda – scrive:
con chi eri?
MissMagda – scrive:
ùeh?
Ricky scrive:
mmmmmmm
Ricky scrive:
scusami amore
MissMagda – scrive:
mi stavi tradendo vero?
Ricky scrive:
c’era la mia collega
Ricky scrive:
che voleva parlarmi
MissMagda – scrive:
sei andato a prendere i bambini?
Ricky scrive:
ma noooooooooooooooooooooooooo
Ricky scrive:
non ancora
Ricky scrive:
ci va la baby sitter
MissMagda – scrive:
guarda che uscivano alle cinque dalla piscina
Ricky scrive:
si?
Ricky scrive:
non alle 6?
Ricky scrive:
azzo
MissMagda – scrive:
no
MissMagda – scrive:
corriiiiiiiiiii
Ricky scrive:
allora dovranno prendere il pullman da soli
MissMagda – scrive:
poverini
Ricky scrive:
ma no
Ricky scrive:
sono miei figli
MissMagda – scrive:
cess.. mma se hanno 4 5 6 anni?
Ricky scrive:
sono in gamba
Ricky scrive:
e lo so
Ricky scrive:
ma sono fatti con i miei spermatozoi
Ricky scrive:
ricordi?
Ricky scrive:
quindi sono svegli
MissMagda – scrive:
ah si
Ricky scrive:
mmmmmmmmmmm
Ricky scrive:
ma sono miei i figli?
MissMagda – scrive:
si si
MissMagda – scrive:
fiu fiuuu
Ricky scrive:
mi viene qualche dubbio
MissMagda – scrive:
fiuuu fiuuu
MissMagda – scrive:
scusa devo mettere la lavatrice
Ricky scrive:
e perche’ matteo e’ un po’ colorato?
MissMagda – scrive:
matteo si abbronza molto
MissMagda – scrive:
ha molta melanina
Ricky scrive:
va beh che l’abbiamo concepito d’estate ed io ero abbronzato
MissMagda – scrive:
appunto
Ricky scrive:
pero’
MissMagda – scrive:
è per quello caro
Ricky scrive:
devo informarmi meglio su questa cosa
MissMagda – scrive:
infatti martina è bianchissima
MissMagda – scrive:
perchè l’abbiamo concepita in inverno
Ricky scrive:
fin troppo
MissMagda – scrive:
e giovanni è giallino
Ricky scrive:
cianotico?
MissMagda – scrive:
tipico del periodo primaverile quando soffri di allergie
Ricky scrive:
mi viene un dubbio!!!
MissMagda – scrive:
gli occhia mandorla è solo perchè starnutisce spesso
Ricky scrive:
ovvero ricordi i miei amici che sono venuti tanti anni fa
MissMagda – scrive:
che dubio tesoro?
MissMagda – scrive:
quali amici?
Ricky scrive:
quello svedese
Ricky scrive:
il cinesino
Ricky scrive:
il mio amico congolese?
Ricky scrive:
ricordi?
MissMagda – scrive:
ehm.. si certo
Ricky scrive:
ah ecco
Ricky scrive:
non si sono piu’ fatti sentire
Ricky scrive:
da almeno 5 anni
MissMagda – scrive:
si lo so
Ricky scrive:
tu sai qualcosa?
MissMagda – scrive:
certe persone sono proprio ingrate
Ricky scrive:
mah………
Ricky scrive:
cercano gli amici
Ricky scrive:
sono quando “servono”
MissMagda – scrive:
per l’appunto
MissMagda – scrive:
sono venuti a sbafo
Ricky scrive:
e si
MissMagda – scrive:
e se ne sono ripartiti senza nemmeno ringraziare
Ricky scrive:
che dici
Ricky scrive:
se gli invitiamo questa estate da noi?
MissMagda – scrive:
ehm… e perchè mai?
Ricky scrive:
cosi’
MissMagda – scrive:
se non si sono più fatti sentire
Ricky scrive:
almeno ci rivediamo
MissMagda – scrive:
non se lo meritano di certo
Ricky scrive:
mi mancano un pochino
Ricky scrive:
no?
MissMagda – scrive:
ma non dire fesserie
Ricky scrive:
:O
MissMagda – scrive:
come fanno a mancarti se non ti cagano da 4 5 anni?
Ricky scrive:
hai visto che il mio amico congolese
Ricky scrive:
ha avuto una bambina bianca?
MissMagda – scrive:
cosa?
Ricky scrive:
che cosa strana
MissMagda – scrive:
e com’è possibile?
Ricky scrive:
eja
MissMagda – scrive:
uhm…. strano davvero
Ricky scrive:
muhamed e’ bianca
MissMagda – scrive:
preoccupante
Ricky scrive:
e si
MissMagda – scrive:
sarà una malattia della pelle?
MissMagda – scrive:
hanno fatto le analisi?
Ricky scrive:
dici?
Ricky scrive:
ho saputo
Ricky scrive:
anche una notizia brutta
Ricky scrive:
ho saputo che mohamed ( amico congolese)
Ricky scrive:
sta male
Ricky scrive:
gli hanno riscontrato quella malattia del sangue………
Ricky scrive:
ora non ricordo il nome
Ricky scrive:
……….aiz…..o qualcosa del genere
Ricky scrive:
sei svenuta amore?
Ricky scrive:
sei svenuta amore?
MissMagda – scrive:
ehm… dicevi caro?
MissMagda – scrive:
mi sono assentata un attimo per andare in farmacia
Ricky scrive:
ah si?
Ricky scrive:
stai male?
Ricky scrive:
per quello che sei dimagrita ultimamente?