Riassunto delle puntate precedenti

Pubblicato il 26 Luglio 2005 da @@@Magda@@@.
Categorie: Senza categoria.


Beh, che dire, la tin.it insieme alla Telecom hanno cospirato per tenermi fuori dalla rete, insieme ad un tubo rotto che ha reso isterici i miei genitori e il lavoro col suo turno massacrante di nove ore mal retribuite…

Sono qui, riconnessa con mondo della rete, e oggi faccio il riassunto delle puntate precedenti!

Queste settimane sono scivolate lente tra una linea degradata e un Pirelli da configurare, con la Paccy incasinata per i fatti suoi e alcune nuove calve amicizie.
In sostanza mi son fatta un culo a capanna a lavoro agognando il fine settimana e trascinandomi qualche infrasettimanale in giro per la città semi-deserta in compagnia di una manica di pazzi.

Cagliari è bella, mi piace soprattutto di notte con le luci sfumate dall’umido, battuta dal vento in questi giorni, coi fari delle macchine che ti vengono incontro e le vie del centro storico buie e silenziose fino al prossimo locale affollato.

Ho rivisto la scuderia, il grande Rex un pò cresciuto, almeno di un centimetro buono, offeso a morte perchè non mi facevo vedere da un pò!
Pensate che quando mi sono incamminata con un’amica per andare in un’altro terreno lui pensando che stessi andando via senza salutarlo ha abbaiato!!!
Lui così taciturno e misterioso… BAU! Un solo singolo bau per attirare la mia attenzione.
Ovviamente è riuscito nell’impresa e sono tornata indietro a rassicurarlo sul fatto che sarei tornata da lui a breve!
Mi ha anche chiesto del suo fan numero uno, beh gli ho promesso che presto anche lui sarebbe tornato a trovarlo!

Venerdì ho finalmente potuto portare il diddi.no@macchinatedesca.3 al mitico Archibugio e consumare con lui una meravigliosa cena coi fiocchi, con tanto di vino e grappa a fiumi e luna piena a go-go!

Il week end è stato all’insegna del mare, sia il sabato con tanto di scazzottata in spiaggia con il Phoenix che mi ha letteralmente lanciato in acqua con tanto di narici aperte per accogliere più acqua di mare possibile.. e ustioni di terzo grado sulle chiappe!

Oggi è ricominciata la settimana lavorativa, altri cinque giorni a contatto con pazzi scatenati e pallosissimi clienti logorroici…
Abbiate pazienza, voi avete i problemi e io ve li devo risolvere, ma ricordate sempre che voi parlate con un solo operatore, mentre probabimente voi per l’operatore siete il centesimo pallosissimo cliente!
E con questo ho detto tutto!

P.S. Ricordate sempre che:
1 La cassata siciliana è buona e si mangiata in due
2 La grappa è buona e si beve in due
3 Rex è il cane più bello del mondo
4 Quando parlate con un operatore mai urlargli nell’orecchio
5 Il tasto rilascio per chiudere le chiamate è un’invenzione meravigliosa
6 La mutandina brasiliana del costume fa bruciare il culo
7 Il Diddo è il nuovo Zola e oggi farà un goal

Giovedì…trippa!

Pubblicato il 15 Luglio 2005 da @@@Magda@@@.
Categorie: Senza categoria.

Come qualcuno di voi sa, mi hanno trasformato il contratto di lavoro da part-time a full-time!
Molti di voi gioiranno a questa notizia, io il giorno che ho ricevuto la lieta novella ho perso l’uso della parola per ben 15 minuti: fare ben otto ore dentro un call center in cui la coda delle chiamate non viene smaltita sin dal 15 ottobre 1997 non poteva essere totalmente positivo.
La cosa mi spaventava, e come ho capito più tardi, avevo ragione a spaventarmi!
La prima settimana uscivo da lì a passo di leopardo, dopo ben nove ore, si perchè mezz’ora prima devi essere lì, e la mezz’ora pranzo te la devi pagare tu, poi loro casomai rimborseranno…
Questa è la seconda settimana e diciamo che me la cavo meglio, il passo di leopardo è arrivato al giovedì, oggi mi consola il pensiero che sia appunto venerdì, e che poi per due giorni mi dimenticherò di cuffie, coda e clienti maleducati!

Ieri ho messo il naso fuori di casa per la prima volta in un giorno feriale, io e la Paccy dovevamo andare a prendere dei biglietti per una festa.
Non trovando lo spacciatore di biglietti siamo andate a raggiungere il Phoenix in un baretto.
Non che lui ci avesse invitato, ma noi siamo bravissime ad aggregarci!!!
Mentre brancolavamo sperdute nel Viale Poetto cercando il baretto prescelto, viste le immense deviazioni e strade senza uscite create dai comuni fantasiosi del litorale, ci siamo perse diverse volte.
In una di queste volte seguivamo una Punto rossa con una coppia a bordo, che altro di meglio non ha trovato da fare che deviare sul un tratto di sabbia traasportata dal vento per riuscire a tornare sulla 4 corsie.
Noi li seguivamo a distanza e ci siamo godute la scena quando la loro punto è finita in un tratto sprofondando completamente nella sabbia.
Da brave e gentili donzelle ci siamo fermate, abbiamo chiesto se avevano bisogno d’aiuto (domanda retorica) e siamo scese dalla macchina per spingere.
Dopo un pò di fatica l’auto era fuori dal pantano, noi eravamo ricoperte di sabbia e polvere e stavamo risalendo in macchina tra i vari ringraziamenti della coppia appena salvata.
Si sa chiamare qualcuno quando ti sei impantanato in un luogo buio non è mai bello!

Finalmente arriviamo al locale, salutiamo il Phoenix subito riconosciuto tra la folla grazie al lampione che ha in testa, e la Skèggina, ci siamo presentate al resto della compagnia e ci siamo accomodate.
LAa Paccy si ordina una Ceres C’è, e mentre la sorseggia gioca col suo nuovo telefonino, mentre il resto di noi cazzeggia cercando di accapottare la sedia dell’altro (il Phoenix con la mia in particolare).

Ad un certo punto la Paccy, presa da un rigurgito di gas dovuto alla Ceres mette la manina davanti alla boca… pensava di aver finito, toglie la manina e la sua bocca miracolosamente e autonomamente si apre lasciando sfuggire un PODEROSO RUTTO!
Gli astanti fingono di non aver sentito, ma io guardo la sua faccia di gesso e scoppio a ridere.
Alla fine anche lei ride imbarazzata e il Phoenix che come al solito si perde le cose migliori continua a chiedere cosa sia successo e come mai io stò per vomitare a furia di ridere!

Alla fine ridiamo tutti, mentre la povera Paccy si guarda intorno, un pò ridendo e un pò cercando un luogo adatto dove sotterrarsi.
Non che la cosa sia sconvolgente in se, ma la maggiorparte delle persone ci ha visto per la prima volta ieri, quindi il biglietto da visita è stato bello tosto ;)

Evviva Paccy, evviva i rutti!!!

Dopo una telefonata di Diddino.Ceres.Tu che mi ha elencato sadicamente il suo menù della serata decidiamo di tornare alla base!
Passiamo per i bisglietti, questa volta li troviamo, e poi a casa che domani si lavora!

E’ sempre bene avere un apri-bottiglia.

Pubblicato il 9 Luglio 2005 da @@@Magda@@@.
Categorie: Senza categoria.


Si perchè quando non ce l’hai scopri sempre che sarebbe stato meglio averlo.
Non che le bottiglie altrimenti siano impossibili da aprire, ci sono mille modi a parte quello poco consigliato di stappare la bottiglia direttamente con i denti…
Si c’è il metodo dell’accendino (che a me personalmente non è mai riuscito!) o anche il mitico metodo del poggiare il tappo su uno spigolo e dare una manata secca in modo che il tappo salti via da solo.

E così, mi capitato di osservare un uomo, nudo e grondande dopo una doccia prendere a schiaffoni una bottiglia per far saltare il tappo con l’ausilio della testiera in ferro battuto del letto.

Non so voi come avreste reagito, ma io ho riso come una pazza davanti a quel bel culo bianco tutto impegnato nell’impresa…
E così dopo ben 4 colpi il tappo è finalmente saltato via, la nostra cena poteva prendere il via!

Uhm… ma che bontà i panini di SuSmurzu!
E che bontà anche il dessert…
Ma son certa di non aver messo su kili!

Voi come aprite le vostre bottiglie nelle sere d’estate?

Sabato Dance!

Pubblicato il 6 Luglio 2005 da @@@Magda@@@.
Categorie: Argomenti vari.

Ebbene si, dopo secoli e secolorum siamo andate a ballare!
Io e la Paccy in macchina non potevamo credere a noi stesse, e abbiamo deciso di non cantar vittoria fino a quando non fossimo effettivamente in discoteca!

Appuntamento in pizzeria col gruppo di Fabiera.
Compagnia al completo con il Maghes, Lelluser, Max il rosso, L’avvocato, P. e Consorte, Il Fabiera, la Paccy, MeMissMagda seguiti poi da Supercioccozzo.
La pizza era buona, tranne ovviamente quella del più pignolo della compagnia, L’Avvocato, che si è visto recapitare una carrettiera con dei pomodori del colore e del sapore delle zucchine crude.
Ovviamente la cosa l’ha infastidito, e si è ordinato un bel risotto alla pescatora, alla faccia nostra, e un vino bianco con tanto di secchiello del ghiaccio.
Dopo aver cenato Max il rosso ha pensato bene di farmi rosicare ordinandosi il Profiteroles della casa, che si è dimostrato in decadenza.
Quattro misere palline con panna spray, una delusione per tutti, e pensare che pochi mesi prima era un dolce gettonatissimo.
Al momento del conto discussione sul fatto che la carrettiera non solo fosse finita sul conto, ma c’è finita anche l’aggiunta di funghi che nessuno di noi aveva visto…
Con tutti quei maschi (?!?) le uniche due ad avere le palle di andare a protestare siamo state io e la Paccy che dopo un’estenuante contrattazione siamo riuscite a farci stornare la schifosissima pizza e i funghi invisibili!

Dopo questa meravigliosa avventura e un salto da zio Karl per un birrozzo io e la Paccy ci siamo appropinquate alla disco, perchè facendo le PR (e qui tralascio il nome della disco per ovvi motivi) dovevamo consegnare la nostra lista.

Arriviamo addirittura prima del DJ e dell’organizzatore!
Aspettiamo ed entriamo con ALex, aggratis, e presetiamo la nostra lista.
La location è bella, un giardino con divanetti in rattan, un pò maldisposta ma molto d’atmosfera.
Gli animatori si preparano a dipingersi il corpo di bianco per ballare seminudi sui cubi.
Purtroppo poi la serata non è stata molto piena di gente, ma appena è iniziata la musica del mitico Molon i piedini iniziavano a muoversi da soli.
Il resto della compagnia ci ha raggiunto, seguiti poi dal Jedy e due suoi amici.
Ad un certo punto, anche se nessuno si degnava di salire in pista il mitico Maghes seguito da altri hanno preso posizione lasciandosi prendere dal ritmo.
Dopo qualche minuto io e la Paccy li abbiamo seguiti.
Oh! Non riuscivano più a togliermi dalla pista.
Ho fatto volare le scarpe e ho preso a dimenarmi scalza.
Pian piano gli altri avventori ci hanno seguito e guardandoci intorno abbiamo constatato che l’organizzazione merita il nome che porta, coppie omosessuali da tutte le parti.
Coppie di uomini che si slinguano in pista.
Donne che sembrano uomini e viceversa!
Ma si! Chissenefrega!
Considerando che il 90% delle mie conoscenze non è etero non mi faccio molti problemi, continuo a ballare, poi esausta verso le tre mi metto a fare pubblic relations!
Riacchiappo lo Jedy e iniziamo a parlare di quanto siano difficili i rapporti interpersonali.
Per quanto ci si sforzi di viverli tranquillamente ci sono sempre persone che vivono di seghe mentali ehem ehem… da che pulpito!
Vabbè questioni caratteriali!
Mi sono sentita definire UNA MOSCA BIANCA, pare io sia una delle poche donne in grado di capire le battute e i discorsi senza fraintendere.
Sarà per la mia speciale capacità di usare sì l’istinto ma di impastarlo poi con mille seghe mentali sui mille significati che le parole possono assumere in una mente umana???
A questa domanda però non c’è risposta.
E dopo aver sorseggiato il mio secondo GinLemon con la speciale cannuccia dotata di attributi maschili, ed aver fatto una seduta di terapia di gruppo col Jedy ci prepariamo a raccogliere il Fabiera e metterlo in macchina.
Alle quattro saltiamo sulla Yaris Disco Club e torniamo sulla strada di casa.
Il resto del gruppo ci aveva precedentemente abbandonato alla spicciola.
Alle cinque sono a letto, cavolo! Sono andata a ballare!
Il mattino dopo sveglia alle 8.30, ho un importante appuntamento per conoscere una possibile nuova compagna di avventura, una cavalla grigia di cui non so il nome… ma questa è tutta un’altra storia!

Ciao piccolo tesoro mio,

Pubblicato il 2 Luglio 2005 da @@@Magda@@@.
Categorie: Senza categoria.


Ciao piccolo tesoro mio,
ora sei in cielo, hai incontrato tanti compagni d’avventura di amici miei.
Tanti cagnoloni e gatti, spero tu abbia visto Pissy, digli che gli voglio tanto bene!
E saluta la piccola Morgana, occhio a non calpestarla che lei è tanto piccola!
E saluta tutta la tribù di topolini, compreso TopoGrigio e Lara e Eidos.
Stai con loro, ti terranno compagnia, e so già che ne combinerete di tutti i colori, tu e quel Nonno col buffo naso grigio, portagli i soluti di Nikiniki!

Ora so che mi stai guardando da lassù, con quel tuo buffo verso bububububububu!
E so che vegli su di me come un angelo custode, un bianchissimo angelo dagli occhi neri e lunghe ciglia espressive!

Ho messo le tue foto in bella vista, che tutti sappiano come sei bella!

Arrivederci piccola, guardate verso di noi, come avete sempre fatto!