La mamma

Pubblicato il 7 Agosto 2003 da @@@Magda@@@.
Categorie: Argomenti vari.

La mamma….
la mamma è sempre un’arma a doppio taglio.
Una mano per colpire e una per carezzare.
La giusta dose di realtà e fantasia, dolcezza e fermezza.
La mamma è una di quelle poche isole ferme nel tumulto della vita, quando c’è la burrasca loro sono sempre solide lì, nel mezzo della tormenta, con il loro faro che ti illumina la via.
La mia mamma due anni fa si è ammalata di tumore al seno.
E’ stato un duro colpo, ma lei, dura come il granito della Sardegna ha deciso di farsi operare.
Era tranquilla, era serena. L’aprirono in più punti, ma al suo risveglio sorrideva e capimmo subito che era andato tutto bene.
Dopo essere stata dimessa le dissero di iniziare la chemioterapia.
E lì arrivò il calvario.
Una sola seduta e mia madre scomparì dal mondo.
C’era solo il suo corpo martoriato, la sua mente non c’era più.
Non riconosceva le persone, non ricordava il suo nome, non riconosceva sua figlia…
I medici si accorsero che c’era qualcosa che non andava, non erano normali quei sintomi.
La chiusero in una stanza di vetro da cui la potevamo guardare mentre i capelli le volavano via a mazzi, vedevamo i suoi occhi vacui poco sopra la mascherina.
Scoprirono che inaspettatamente il fisico di mia madre era allergico alla chemio e che la medicina aveva divorato il modollo spinale.
Le stava provocando la leucemia!
Impazzivamo… in quell’andito squallido di ospedale, a sperare in un miracolo che grazie a Dio avvenne.
Mia mamma si riprese, il midollo ricominciò a produrre anticorpi, piastrine, globuli bianchi e rossi.
Mia mamma riprese a riconoscermi, a parlare, a camminare.
Il signore me la stava restituendo.

Con la sua misteriosa forza di mamma si riprese, decise di non fare più la chemio (mentre i medici volevano costringerla…la volevano uccidere), prese un aereo da sola, e partì verso un centro specializzato.
Fece tutto da sola, noi da qui ammiravamo la sua immensa forza e combattevamo giorno per giorno per aiutarla.
Mia mamma è guarita, oggi stà bene e mi ha dato una grande lezione di vita.

Ancora oggi però il terrore di perderla non mi ha abbandonato.
Sogno ancora che un forte vento cerca di strapparmela dalle braccia, mentre lei, nuda e indifesa lotta per aggrapparsi a me.
Amo mia madre, la amo alla follia, anche quando mi fa arrabbiare.

Grazie mamma!



  vitty
Commento del 7 Agosto 2003.

Il tuo racconto mi è entrato nell’anima!
Bella la tua mamma! Bella , forte , coraggiosa……..
Come sua figlia del resto!

Un abbraccio a tutte e due dal profondo del cuore!!! La vostra vitty.

  Alcaciofo
Commento del 7 Agosto 2003.

Complimenti alla mamma per la straordinaria forza dimostrata e complimenti alla figlia per la straripante emozione che è riuscita a provocarmi.
=))

  Francy
Commento del 7 Agosto 2003.

…ho le lacrime agli occhi…
…che donna forte e coraggiosa.
un abbraccio.

  Renata
Commento del 7 Agosto 2003.

Non c’è nessun altro amore in grado di eguagliarlo!!
Sei coraggiosa …buon sangue non mente!!!
Ciao
Renata

  MissMagda
Commento del 7 Agosto 2003.

Grazie ragazzi,
ho voluto condividere con i lettori di fiducia e quelli occasinali la storia di mia mamma perchè penso che ci possa insegnare qualcosa.
Non bisogna mai lasciarsi andare, mai!
La vita è un dono troppo prezioso, e soprattutto certe esperienza ci insegnano che gli affanni che ci procuriamo molte volte sono inutili, mentre la gioia delle piccole cose, gli affetti, la vita in sè sono beni molto pià grandi di qualsaisi ricchezza terrena.
Mia mamma da allora ha deciso di vivere l’”OGGI” e non più di restare ad aspettare il domani!
Ha deciso di gioire di un fiore, di una foglia, di un raggio di sole, di un abbraccio; senza affannarsi alla ricerca di beni usi e costumi superflui.
Meditare gente, meditare.

Tipico della mamma dare lezioni di vita anche in pericolo di morte :b

  rifleman
Commento del 7 Agosto 2003.

la vita a volte sa essere crudele e malvagia :°

  Barakka
Commento del 7 Agosto 2003.

Non ho parole…. quando penso alle ca**ate per le quali me la prendo e poi leggo queste cose….
Che sia di insegnamento per te, per me e per tutti.
Complimenti sinceri

Ciao
Marco

  MissMagda
Commento del 7 Agosto 2003.

Marco siamo tutti così, ci viene sempre da pensare a chi stà meglio di noi, a chi ha più di noi, non è un male volersi migliorare, ma dimenticarsi di gioire delle piccole cose è un vero e proprio reato verso noi stessi!

Magda

  nerone
Commento del 7 Agosto 2003.

concordo su tutto
l’unica cosa che posso aggiungere è che grazie a quella forza straripante oggi anche altre persone possono beneficiare di quell’aiuto….. e possono provare a imitarla :O)
Vi voglio tanto bene

ps: naturalmente te ne voglio tanto ma tanto di più…. che pensi? di più di più

evviva le mamme

  Meri
Commento del 8 Agosto 2003.

Un miracolo!!! La voglia di vivere che ha dimostrato tua madre, che sia d’esempio per tanti.
Ci hai regalato una storia splendida, che ci ricorda quanto sia importante la vita.

  roberta.brescia
Commento del 15 Giugno 2004.

cara chicchi….è proprio vero quello che scrivi….tra voi c è un amore magico….anche quando litigate (e quanto urlate). mi spiace che tu faccia ancora quei sogni, ma vedrai passeranno….anche se non è una consolazione pensa a chi su una mamma non puo contare…..fortuna che ogni tanto mi presti la tua eheheh abbine sempre cura come lei ne ha di te. vi voglio bene….la tua cuginetta pestifera

  MissMagda
Commento del 15 Giugno 2004.

La mia mamma te la presto volentieri ed è anche grazie a te se lei ha potuto curarsi, una figlia in quel posto dove non conosceva nessuno, in quello stato pietoso.
Sono ricordi dolorosi che però non voglio dimenticare perchè mi hanno insegnato molto sulla vita e su cosa è importante.

Lo sai te lo diciamo sempre: questa è casa tua e nonostante tutto io spero ancora che tu torni a casa, per sempre!

  grazia
Commento del 29 Maggio 2005.

Complimenti!!!6 davvero una ragazza con le “palle”…
Continua così!!!!!
Baci. Grà.